Ricerche & Quaderni » Banca e Mercati Finanziari

Regno Unito

19 GEN 2010

18 Gennaio 2010: È stato pubblicato ieri un nuovo codice delle società di revisione dal gruppo di lavoro indipendente istituito dalla FRC (Financial Reporting Council, autorità indipendente del Regno Unito incaricata di promuovere la fiducia nelle informazioni societarie e nella c.d. corporate governance) e l' ICAEW (The Institute for Chartered Accountants of England and Wales).
Il progetto sulla governance delle società di revisione è il risultato della Raccomandazione n. 14 della relazione di ottobre 2007 del Market Participants Group (MPG) secondo cui le società che svolgono attività di revisione per enti pubblici o di interesse pubblico devono adeguarsi alle disposizioni di una guida sulle c.d. best practice in materia di corporate governance o fornire ponderate spiegazioni. Il Market Participants Group è stato istituito dal UK Financial Reporting Council (FRC) per fornire consulenza sui suoi lavori circa la scelta dei revisori presenti sul mercato.
Per redigere e portare a termine il codice, il gruppo di lavoro ha effettuato due processi formali di consultazione pubblica.

  • Nel primo (da novembre 2008 a gennaio 2009) sono state raccolte prove e testimonianze su questioni chiave che hanno influenzato il lavoro di preparazione del progetto di codice.
  •  Nel secondo (luglio-ottobre 2009) è stata effettuata una consultazione su un progetto di codice.

Per quanto riguarda la consultazione avviata nel luglio 2009 e chiusa nel mese di ottobre 2009, sono state ricevute in totale 44 risposte inviate da società di revisione, investitori, imprese e membri dei collegi di revisori dei conti ed altre persone interessate, inserite nel materiale pubblico della consultazione.
Il c.d. Audit Firm Governance Code (consultabile sul sito http://www.icaew.com) entrerà in vigore nel giugno del 2010; esso dovrebbe applicarsi a più di 20 società di revisione di società quotate (ad es.: Deloitte, Ernst & Young, KPMG, Grant Thornton, Price Waterhouse Coopers).
L'adesione al codice sarà su base volontaria, ma incoraggiata dallo stesso sistema "comply or explain", che è attualmente in uso tra le grandi società (si veda il c.d. Combined Code on Corporate Governance del giugno 2008).

"The Audit Firm Governance Code (the Code) is intended to assist in promoting continuing confidence and choice in the market for the audit of listed companies and should be relevant to everyone who sees audit as playing a vital role in a market economy. The primary purpose of the Code is to provide a formal benchmark of good governance practice against which firms which audit listed companies can report for the benefit of shareholders in such companies".

Tra le più importanti misure adottate dal nuovo Codice vi è che le società di revisione devono nominare amministratori indipendenti tra quelli privi di deleghe: "Principle. A firm should appoint independent non-executives who through their involvement collectively enhance shareholder confidence in the public interest aspects of the firm's decision making, stakeholder dialogue and management of reputational risks including those in the firm's businesses that are not otherwise effectively addressed by regulation. Provisions: C.1.1 Independent non-executives should: have the majority on a body that oversees public interest matters; and/or be members of other relevant governance structures within the firm. They should also meet as a separate group to discuss matters relating to their remit. C.1.2 The firm should disclose on its website information about the appointment, retirement and resignation of independent non-executives, their duties and the arrangements by which they discharge those duties and the obligations of the firm to support them. The firm should also disclose on its website the terms of reference and composition of any governance structures whose membership includes independent non-executives".